La lettura dell’ Oracolo dei Registri Akashici tantissimi anni fa iniziò quasi come un gioco ma la passione, lo studio per questa disciplina e gli incredibili risultati che ottenevo di volta in volta (inizialmente anche con mia incredulità) han fatto si che la voce si spargesse davvero in fretta e che sempre più persone mi chiedessero una consultazione.

Non l’ho raccontato molto spesso ma sin da bambina i miei sogni erano dei propri e veri “momenti premonitori” e sentivo che la sensibilità che mi apparteneva era davvero particolare e conosciuta perché apparteneva prima che a me a mia mamma e prima ancora alla mia nonna, un vero dono di famiglia di cui avevo sempre sentito parlare!! Un dono che col tempo e nel tempo ho sempre di più sentito la necessità di mettere a disposizione per chi avesse l’esigenza di esplorare ancor più a fondo se stesso, la sua quotidianità e tutto il suo mondo.

Per questo col passare del tempo ho maturato sempre di più la convinzione di trovare risposte alle mie domande e con lo studio e la conoscenza di questa disciplina (che può sembrare effimera ma che se la si studia si scopre che assolutamente non lo è, perché come diceva un caro Amico e famoso Psicologo “i sogni e le sensibilità non vanno mai represse ma sempre interpretate e messe a disposizione del prossimo perché noi tutti siamo fatti della stessa materia delle stelle”), ho trovato una disciplina per me affascinate ed immensamente completa dal punto di vista umanistico e storico.

Trovo che l’ “Oracolo dei Registri Akashici ” sia a 360° una disciplina umanistica-emozionale, un ponte tra la dimensione umana e quella Akasha (che nasce nella sua filosofia/storia come un dono) e che racchiude in se tantissime domande del genere umano, tutte quelle domande “dirette” e “secche” che ci poniamo in tutto l’arco di una giornata ed alle quali spesso non riusciamo a dare una risposta anche per scarsa empatia o per troppo coinvolgimento (molto spesso per timore): “che scelta faro?” “meglio agire o aspettare?” “mi sta pensando?” “succederà questa cosa?”…..ecc, ecc, ecc,

Come spiego sempre l’ Oracolo dei Registri Akashici da delle indicazioni che dovranno essere verificate come per l’oroscopo….ma mentre l’oroscopo si affida prevalentemente ai “corpi celesti” l’ Oracolo invece si appoggia prevalentemente alla numerologia di cui utilizza l’analisi dettagliata per poi elaborarne la risposta.

E’ davvero semplice avvicinarsi alla lettura dell’Oracolo, basterà formulare una domanda diretta ad un quesito che ci preme particolarmente ed attendere con fiducia l’indicazione da verificare…

Io consiglio sempre domande temporalmente veloci perché trovo che gli oracoli nel breve termine (nella quotidianità) siano strepitosi ed infinitamente performanti (anche nella verifica) ma se si preferisce o ve ne è la necessità si possono fare anche consultazioni di medio e lungo periodo.

Spero di averti incuriosita/o abbastanza e nel caso fosse così e sentissi la necessitrà di approfondire (sono già in tantissimi ad esserlo credimi) puoi richiedere informazioni confidenziali/riservate cliccando il bottone sotto:

Non aver timore di farmi la domanda che ti preme perché: “una domanda non fatta resterà sempre un nodo mai sciolto“!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: