Biondoveleno di Gabria Gagliardi

…quante volte l’abbiamo sentito dire?!!…., sin dalla tenera età e nei momenti difficili ce l’han detto persino recitato i nostri affetti più cari (io lo ricordo bene sin dai tempi della scuola, quando tornavo a casa con un “fallimento” e mia Madre mi diceva: “impegnati di più e la prossima volta andrà meglio perché VOLERE è POTERE“)…ed oggi che siamo cresciute/i (chi più – chi meno) ce lo chiediamo ancora, però vi assicuro che se sei una “Woman in the City” te lo chiedi ANCORA DI PIÙ!!

…oggi con la mia spider rossa sono andata al mare, dalla mia città non è lontano (sono solo 10 minuti) ed ora che siamo in piena stagione estiva è un luogo pieno zeppo di allegri vacanzieri…avevo bisogno di un momento tutto mio, del sole sulla pelle, di profumi alla granita di cocco, dell’estate addosso…. Tutto ad un tratto LUI, in lontananza, di sfuggita…lo riconoscerei tra un milione (ci sono cose che non si dimenticano)…LUI…quanti ricordi in un istante solo, quanti momenti che in un lampo tornato alla mente, quante sfumature dimenticate che ora ricordo così bene…così tanto bene da riviverle ancora…e ancora…e ancora………………ma oggi non volevo incontrare i suoi occhi, non più. Quegli occhi che un tempo mi facevano tremare e sognare e cantare e volare e ridere e piangere e vivere, quegli occhi non volevo incontrarli nuovamente, volevo si ricordarli ma solo nel ricordo di allora, quelli del nostro ultimo incontro….quando mio voltai per non tornare indietro, MAI.  Anche allora era estate, anche allora era un caldo pomeriggio, anche allora mangiavo una deliziosa e ghiacciata granita al cocco ed anche allora mi sentivo come oggi…pervasa da una pacata eccitazione, consapevole, intensa come il caffè che ti inebria la mattina, come la sera prima di una lunga e desiderata vacanza che non ti fa dormire, come me adesso. Non c’era un motivo allora come oggi per non guardare più i suoi occhi ma solo la profonda consapevolezza che sarei stata più “forte”, più “coraggiosa” da sola. Ed è per questo che, oggi come allora, non mi sono fermata un secondo di più, perché allora come oggi ho potuto fortemente volere di non guardare i suoi occhi.

….la granita poi in un lampo è finita ed io ho ripreso la mia strada, oggi come allora.

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: